Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno (RM) - Vita subacquea - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Isola delle Femmine (PA)
Il comune deve il nome all'isolotto che gli sta di fronte chiamato appunto Isola delle femmine. Diverse leggende hanno subito il fascino esercitato dalla torre ormai in gran parte diroccata che sovrasta l'isolotto.   Quel
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 19/04/2019 07:20
Vita subacquea / Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno (RM)
Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno (RM)

Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno (RM)

Un paradiso per i sub a due passi da Roma

Le Secche di Tor Paterno sono costituite da una formazione rocciosa, coperta da organismi animali e vegetali che, scavando o costruendo le loro "tane" nel corso dei secoli, ne hanno modificato la forma.

 

Si presentano come una vera e propria isola sul fondo del mare, in un ampio "deserto" di sabbia e fango. La profondità massima è di circa 60 metri mentre la sommità della "montagna" giunge a 18 metri sotto il livello del mare.



 

Nulla emerge dall'acqua, né è normalmente visibile dalla superficie. Le condizioni di torbidità, assai variabili, sono legate agli improvvisi mutamenti del regime delle correnti, causati dalla vicinanza con il delta del Tevere.

 

E proprio il fiume offre un importante contributo per lo sviluppo della vegetazione marina, ed è responsabile della alta “produttività ecologica” della zona: difatti, sulle Secche si concentra una sorprendente quantità di vita animale e vegetale.
 


 

La sommità del banco roccioso è popolata dalla Posidonia oceanica che qui vive fino a circa 25 metri di profondità . Più in profondità si trovano interessanti colonie di Celenterati, stretti parenti del corallo, come la bellissima Gorgonia rossa e gli Alcionari, rarissimi altrove.
 

Uno studio di pochi anni fa attesta la presenza di Gerardia savaglia, un raro celenterato noto come “Corallo nero”. Sono numerose le specie di pesci, sia di fondale, come la Murena, il Gronco, e la Rana pescatrice, che di acque libere, come la Spigola, il Cefalo, l’Occhiata, il Sarago. In superficie, in alcune stagioni, non è difficile avvistare i delfini.
 


 

La zona è stata dichiarata anni fa dal Ministero dell’Ambiente “Area Marina Protetta”, affidandone la gestione a RomaNatura.

 

Questa è l'unica Area Marina Protetta in Italia ad essere completamente sommersa e a non includere alcun tratto di costa.

 

www.parchilazio.it/torpaterno

 

COORDINATE

41°36’18” N 12°20’20” E    

 

Fonte: Ente Regionale Romanatura
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

U455. 5 aprile 2019 - 75° Anniversario dell'affondamento del sottomarino tedesco

di Andrea "Murdock" Alpini

Una croce grafata nera svetta nell'angolo superiore sinistro de...

Primo ristorante sottomarino in Europa inaugurato in Norvegia

di Vitttorio Pedrotti

Il 20 marzo 2019 è stato aperto il primo ristorante subacque...

Subacquea di tutti e subacquea per tutti 30 e 31 marzo 2019 con HSA Italia

Lezioni gratuite per bambini e adulti con disabilità a Novi Ligure e a Porto Santo Stefano

Progetto ‘Il Mare, un Sorriso per tutti’ di HSA Italia,...

Parco sommerso di Gaiola (NA) - Paradiso possibile

L’Area Marina Protetta “Parco Sommerso di Gaiola” prende il nome dai ...

Le origini dell'arte del Palombaro

Le tappe fondamentali che da questi esordi portarono all'invenzione dell'appare...

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI