Subacquea - Hirondelle: il battello a vapore del Lago Lemano - Vita subacquea - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Parco Naturale Regionale di Portofino (GE)
Il Parco di Portofino offre una visione sintetica della costa ligure, sia dal punto di vista naturalistico sia da quello storico-antropologico.   L'assetto attuale del territorio è infatti il risultato di una originale form
Fonte: www.parcoportofino.it e Nautica Report
Titolo del: 19/02/2019 07:05
Vita subacquea / Subacquea - Hirondelle: il battello a vapore del Lago Lemano
Subacquea - Hirondelle: il battello a vapore del Lago Lemano

Subacquea - Hirondelle: il battello a vapore del Lago Lemano

di Andrea "Murdock" Alpini

L'alba arriva un'ora prima questa mattina. Il risveglio a Costanza è carico di energia e accompagnato da un'abbondante frühstück!.

 

Carichiamo armi e bagagli che, nel nostro caso, sono mute, torce, stage e bibo. Si parte per il coast to coast svizzero. L'attraversata è lenta, i paesaggi scorrono docili. Oltrepassato Friburgo, il cambio di lingua è segnalato dai cartelli stradali: l'ormai onnipresente "ausfahrt" diventa "sortie": la distanza che ci separa dal Lago Lemano è sempre più breve.
 


 

Hirondelle (cartolina d'epoca), Lago Lemano, Svizzera

 

Attraversiamo Montreux, sempre elegantissima, rapido sguardo allo Chateau di Chillon decantato da Lord Byron e poi si volge al punto di ritrovo: il CMAS Vevey Plongée Centre. Alcuni mesi fa mi sono messo in contatto tramite alcune conoscenze della delegazione elvetica nella Federazione con questo centro immersioni. 

 

Dalle testimonianze raccolte preventivamente e dai materiali studiati prima di partire ho capito che si tratta per così dire di una nave "gemella" dello Jura, anche se con alcune diversità.
 


 

Hirondelle (il disegno del relitto sul fondale), Lago Lemnao, Svizzera

 

Siamo tre coppie; si scende in libera fino a -45/50m, non c'è né pedagno né sagola guida, poi a bussola si naviga fino a intercettare il relitto. Questo è il piano d'attacco. Ogni coppia sarà poi autonoma sul fondo.

 

Prima di lasciare la superficie studiamo le ultime mire, i dettagli da immortalare, controlliamo con attenzione tutta l'attrezzatura. La stanchezza del viaggio è tanta e l'immersione è più che impegnativa. Non possiamo commettere errori. 
 


 

Hirondelle (il tentato salvataggio), Lago Lemano, Svizzera

 

La nostra pianificazione comprende trentacinque minuti di fondo tra i -60m della zona di centro nave (non c'è la poppa) e i -45m della prua. Una volta sul fondo, la visibilità è davvero scarsa, a tratti nubi, a tratti sprazzi di nero e verde acqua che ci permettono di identificare qualche parte del battello. Modifichiamo il profilo in quaranta minuti spesi tra i -45m e i -53m; solo qualche occhiata nelle cabine in profondità: troppa sospensione.

 

Raccogliamo alcuni indizi che ci permettono anzitutto di orientarci. Scendiamo lungo il fianco sinistro: più che vedere lo scafo, lo si tocca; sulla coperta compaiono delle aperture tra il limo, ma è tutto molto vago. Tocchiamo la profondità massima in corrispondenza delle grandi ruote delle pale a vapore. Purtroppo non è possibile vederle, sono celate dalla loro struttura ferrea. 
 


 

Hirondelle (le catene di salvataggio), Lago Lemnao, Svizzera

 

Attraversiamo trasversalmente lo scafo e risaliamo tenendo la murata di dritta alla nostra sinistra. Dai -50m la visibilità migliora, almeno 2/3m. A tratti aumenta fino a 4/5m, ma non oltre. Alcune suggestive e imponenti catene avvolgono possenti travi che trafiggono l'Hirondelle per la sua longitudine. Questo fasciame era stato costruito in seguito allo scontro del battello con il fondale per cercare di salvare la nave dal suo (sicuro) affondamento. Queste strutture lignee, oltre a far capire come si progettavano e si costruivano nell'Ottocento i mezzi navali, sono ancora oggi delle suggestive parti che connotano il relitto.

 

Degne di nota sono anche le bitte di prua, la campana (posticcia) ma scenografica e la polena con gli intagli decorativi che si staglia libera verso la costa, l'affilata linea della prua "taglia acque" e la ciminiera, la cui base si trova intorno ai -60m e risale perpendicolare al relitto. Quest'ultima è possente e integra, ma di difficile valutazione stilistica, data l'opacità dell'acqua che abbiamo riscontrato. Meglio riconoscibili sono invece i serbatoi che componevano la caldaia stessa, le bielle e la parte meccaniche (presenti) non siamo riusciti a identificarle per il motivo di cui sopra.
 


 

Hirondelle (il fasciame), Lago Lemnao, Svizzera

 

Nel suo complesso l'immersione sull'Hirondelle è da considerarsi unica per il valore storico, impegnativa per la conformazione del relitto e le condizioni in cui si trova (frequente "nebbia" e temperatura dell'acqua a cinque gradi). È un relitto che richiede ampia preparazione in diverse tecniche dell'esplorazione subacquea. Consiglio vivamente di uscire con una barca di appoggio per arrivare direttamente sul punto d'immersione: raggiungere il battello partendo da riva è impensabile, più per le condizioni che per la distanza (circa 85m).

 

Quando si riemerge il paesaggio è unico e da solo vale il viaggio, si è abbracciati tra le Alpi francesi dell'Alta Savoia e quelle svizzere del Vaud.

 

Mentre scrivo queste righe mi trovo a bordo della mia auto che è stata caricata sul singolare treno che attraversa il Sempione da Briga a Iselle. Tra poco sarà "quasi giorno, quasi casa...” Si torna.

 

Andrea "Murdock" Alpini
TDI Diving Instructor #26784
Trimix Ipossico & Advance Wreck Instructor
www.wreckdiving.it
 
In copertina Hirondelle (la campana), Lago Lemnao, Svizzera
Fonte: Andrea "Murdock" Alpini Diving Instructor
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Subacquea: Exploro Orda Cave 2019

di Andrea Murdock Alpini

Orda Cave è il più grande complesso di grotte di gess...

Subacquea - VII Trofeo Andrea Ghisotti HDSI 2019: CHIUSURA ISCRIZIONI !

“Senza una sua storia, un relitto è solo un mucchio di lamiere”, que...

Subacquea: il relitto della Draga di Gargnano nel Lago di Garda

di Andrea Murdock Alpini

Due rette parallele s’incontrano all'infinito, questo...

Il batiscafo Trieste

Il Trieste è stato un batiscafo equipaggiato per resistere alle enormi pressioni...

I vulcani sottomarini del Tirreno

Il bacino tirrenico è la parte più profonda del Mediterraneo Occidentale:...

© COPYRIGHT 2011-2018 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI