Rustler 36, per chi va piano, ma lontano - Barche a vela - NAUTICA REPORT
Barche a vela / Rustler 36, per chi va piano, ma lontano
Rustler 36, per chi va piano, ma lontano

Rustler 36, per chi va piano, ma lontano

Per certe barche sembra che il tempo non passi mai visto che possiedono una linea classica inconfondibile ed intramontabile, quasi a voler significare che la tecnologia e il design non sempre segnano un’epoca.

 

Se poi si tratta di una barca moderna costruita in serie allora il discorso si fa molto più interessante.
 


 

Il Rustler è proprio una di quelle barche per le quali il tempo non passa mai e le cui linee di carena sembrano inossidabili alle mode imperanti dei più quotati progettisti.

 

Il progetto nato nel 1980 dalla matita di Holman & Pye si presenta come uno scafo concepito, essenzialmente, per le lunghe navigazioni e dalla robustezza indiscussa, dimostrata dai numerosissimi armatori che hanno scelto il Rustler 36 per compiere traversate oceaniche in tutta sicurezza e senza mai avere alcun problema.

 

Lo scafo è realizzato su stampo femmina con fibra di vetro e resina isoftalica stratificata a mano con numerosi trattamenti sulle superfici volti a ridurre la porosità del laminato. 
 


 

La pinna di deriva è stampata unitamente allo scafo e la zavorra in piombo viene inserita all’interno dall’alto così da evitare l’uso di prigionieri e bulloni, il tutto per rendere molto robusta la chiglia.

 

La coperta è costruita in sandwich con pelli di vetroresina e nucleo in anima di balsa e legno di compensato nelle zone di maggior sforzo. Il tutto viene unito allo scafo tramite bulloni passanti e incollaggio con resina epossidica, la falchetta in alluminio fa da supporto alle teste delle viti passanti.
 


 

La linea molto classica è caratterizzata da un dritto di prua molto inclinato e arrotondato, con murate basse e poppa rovesciata e cavallino accentuato. La chiglia lunga funge anche da skeg per il timone compensato, il cui asse è totalmente esterno allo scafo in tipico old  style.

 

L’impostazione progettuale contribuisce a fornire al Rustler 36 un’ottima tenuta di mare con un passaggio sull’onda pulito e docile anche con presenza di mare formato e prua al vento. In bolina le doti marine dello scafo si apprezzano maggiormente, riuscendo sempre a tenere la rotta voluta senza affaticarsi troppo stando al timone.
 


 

Date le dimensioni e la forma dello scafo ed il suo dislocamento medio pesante, per barche di pari dimensioni, le prestazioni velocistiche non sono certo al top della categoria, ma comunque il Rustler consente medie di tutto rispetto anche in presenza di leggere brezze.

 

Gli interni sono molto ben curati e rifiniti con materiale di pregio, in cui si nota la maniacale ricerca del particolare tanto che la barca nel suo complesso è molto confortevole.
 


 

I pregi di questo scafo si apprezzano soprattutto durante lunghe navigazioni o traversate anche in solitario, dove la sensazione di sicurezza e confort non viene mai messa in discussione neanche sotto la più forte burrasca.

 

Gli spazi sottocoperta non sono certo a livello di altre imbarcazioni di concezione più attuale, ma comunque possono consentire una buona vivibilità per 4/5 persone adulte.
 


 

In conclusione si può dire che il Rustler 36 è una barca adatta ai grandi navigatori oceanici che vogliono partire senza troppi membri d’equipaggio o piuttosto in solitario e la cui principale priorità è quella di avere uno scafo molto solido e facile da gestire anche dopo parecchie decine di migliaia di miglia in giro per oceani e mari del globo.

 

Articolo di LauMar del 11 gennaio 2010 tratto da www.yachtvela.com

 

Caratteristiche Rustler 36

 

Lunghezza f.t.: 

Lunghezza al galleggiamento:

Larghezza: 

Pescaggio:

Dislocamento

35ft 4”    10.77m

26ft 11”    8.08m

11ft11    3.35m

5ft 6”    1.67m

7.5 tons    7,623kg


 
 
 

Titolo del:

Tags

Holman & Pye, barche a vela
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

59° Salone Nautico: Vismara Marine presenta il Nacira 69’ pensato per navigare sugli oceani

Vismara Marine presenta al 59° Salone Nautico il Nacira 69’ che porta gra...

59° Salone nautico: Maxi Dolphin svela le linee del nuovo MD 62AB e presenta l'MD 75 by Mills

Il Maxi Dolphin MD 62ab e il Maxi Dolphin MD 75 by Mills le novit&a...

59° Salone Nautico: dal cantiere austriaco Sunbeam Yachts il Sunbeam 46.1

Il cantiere austriaco Sunbeam Yachts presenta al 59° Salone Naut...

59° Salone Nautico: Solaris Yachts presenta il nuovo Solaris 64 RS

Dedicato alle lunghe navigazioni il nuovo Solaris 64 RS è la novit&agr...

59° Salone Nautico: esordio per i catamarani del cantiere francese Excess

Abbinano performance e comfort i catamarani del cantiere francese Excess, che fa p...
Turismo e ormeggi
Porto di Calasetta: un paradiso di approdo nell'isola di Sant'Antioco
Un 'isola nell'isola, un paradiso nel paradiso. Si chiama Sant'Antioco, si trova nel Sud della Sardegna, il suo territorio si compone di due paesi e un mare di natura, storia, cultura, ottima cucina. Meraviglie tutt
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 16/09/2019 06:50

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI