Manutenzione e ripristino anomalie del Motore Diesel Marino - Tecnica e manutenzione - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Anzio (RM) - La villeggiatura degli imperatori
Anzio è un comune della provincia di Roma nel Lazio.   L'antica città di Anzio, in latino Antium (le attuali Anzio e Nettuno), fu per un lungo periodo capitale della popolazione dei Volsci, finché non venne as
Fonte: wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 23/04/2019 07:40
Tecnica e manutenzione / Manutenzione e ripristino anomalie del Motore Diesel Marino
Manutenzione e ripristino anomalie del Motore Diesel Marino

Manutenzione e ripristino anomalie del Motore Diesel Marino

di Giuseppe Accardi

Le richieste di soccorso che pervengono alle Capitanerie di Porto sono in massima parte dovute a guasti o malfunzionamenti dell’apparato motore, causati da cattiva manutenzione e dall’incapacità di fare fronte alle più frequenti avarie.

 

Nello scorso anno abbiamo purtroppo letto di tragici incidenti in mare che hanno avuto quale causa principale un malfunzionamento dell’apparato motore.

 

Una delle cause principali è da ricercarsi nelle impurità e mucillaggini che si formano all’interno del serbatoio del gasolio che, inesorabilmente, vanno ad intasare filtri e condotti carburante, con il conseguente spegnimento del motore o della sua perdita di prestazioni.

 

Per limitare sensibilmente che ciò accada è necessario tenere in considerazione tre fattori:

 

- Manutenzione preventiva

 

- Impiantistica

 

- Interventi in caso di malfunzionamenti in mare - Conoscenza e manualità

 

In questa sessione affrontiamo quanto inerente la manutenzione.

 

Impiantistica ed Interventi in caso di malfunzionamenti in mare saranno affrontati a giorni, in articoli successivi.

 

Manutenzione preventiva

 

Il gasolio che acquistiamo è prodotto della raffinazione del petrolio che contiene residui bituminosi e paraffina inoltre, a seguito di disposizioni internazionali, viene aggiunta una discreta percentuale di derivati vegetali. Il prodotto, che acquistiamo è inoltre spesso inquinato da acqua e residui ferrosi che si formano nel serbatoio del distributore.

 

Tutte queste impurità, in quanto più pesanti, si depositano sul fondo del nostro serbatoio e di massima, quando navighiamo in acque tranquille per fare l’uscitina domenicale, non cerano problemi.

 

Proprio quando siamo costretti ad affrontare condizioni meteo impegnative e la barca viene sballottata dalle onde, il serbatoio diventa una centrifuga e il gasolio, sballottato di qua e di là, distacca le impurità portandole in sospensione facendole risucchiare dal motore.

 

Ecco perché, e non per la legge di Murphy, il motore si spenge proprio quando più è necessario.

 

Di seguito alcuni consiglii

 

All’interno del serbatoio, specialmente quando c’è poco gasolio e molta aria, l’umidità presente forma condensa e quindi acqua che oltre ad inquinare il prodotto crea un ambiente favorevole allo sviluppo di germi e quindi alla formazione di mucillaggini.

 

- Se possibile è consigliato tenere il serbatoio sempre pieno.

 

- Se il serbatoio è pieno, il gasolio avrà meno spazio per agitarsi e quindi distaccare le impurità.

 

- Provvedere ad una sistematica pulizia del serbatoio, spesso è sufficiente utilizzare una pompetta con cui aspirare sul fondo del serbatoio, rendendosi conto di quanto sporco vi sia e dell’eventuale presenza di acqua.

 

- In commercio vi sono diversi additivi specifici atti a limitare la formazione di mucillaggini, evitare l’agglomerarsi delle impurità e dissolvere le particelle d’acqua nel gasolio. Questi additivi sono efficaci se utilizzati sistematicamente, mentre non devono essere utilizzati in serbatoi sporchi, poiché distaccherebbero le incrostazioni favorendone la circolazione.

 

- In commercio ci sono appositi imbuti muniti di un filtro ed alcuni con effetto separatore dell’acqua. 

 

 

Universo Mare organizza a Fiumicino corsi di manutenzione e gestione avarie motore entrobordo diesel

 

www.universomare.it

Fonte: Universo mare
Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Naval Tecno Sud al Seatec 2019 presenta la Cabina Modulare Retrattile

Valenzano (Bari), 2 aprile 2019

Naval Tecno Sud, specializzata nella progettazione, produzione e co...

Marine Cork: il potere naturale del sughero nella 'decking solution'

Il prodotto Marinecork® si posiziona nel mercato del decking navale come l’un...

PME Mare presenta al Seatec Compotec 2019 il nuovo sistema di ancoraggio Grippy ABR

PME Mare presenta in assoluta anteprima al Seatec Compotec di Carrara la nuova versione...

Naval Tecno Sud presenta il nuovo carrello di movimentazione per barche e gommoni

La Naval Tecno Sud propone sul mercato il nuovo carrello di movimentazione su piazzali ...

I bacini di carenaggio

Si tratta di opere costose tanto per la costruzione quanto per l'esercizio; eccettu...

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI