Area Marina Protetta Capo Carbonara - Villasimius (CA) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / Area Marina Protetta Capo Carbonara - Villasimius (CA)
Area Marina Protetta Capo Carbonara - Villasimius (CA)

Area Marina Protetta Capo Carbonara - Villasimius (CA)

Scenari sommersi in un panorama incantevole e incontaminato, Isola dei Cavoli, Secca di Cala Caterina

L'Area Marina Protetta (AMP) di Capo Carbonara rientra nel novero delle 27 aree marine protette istituite fino ad oggi in Italia, oltre a 2 parchi sommersi che tutelano complessivamente circa 228mila ettari di mare e circa 700 chilometri di costa. 
 


 

L'Area Marina Protetta (AMP) di Capo Carbonara


L'area è suddivisa in 3 tipologie di zone con diversi gradi di tutela e in una 4a, chiamata zona D, dove vengono regolamentate le attività inerenti il traffico commerciale marittimo ma di scarso interesse per la navigazione di tipo diportistico in quanto comprende un tratto di mare molto distante dalla costa.
 

La storia
 

Il piccolo comune Carbonara, che solo nel 1862 diviene Villasimius, prendeva il nome dall'intenso sfruttamento del carbone di legna, un tempo praticato nella zona.
 


 

Villasimius - Capo carbonara


Le sue coste sono sempre state, nei secoli passati, un'area strategica per il controllo dei traffici marittimi. Ne sono testimonianza le numerose torri d'avvistamento, presenti sin dall'epoca Medievale - spesso sorte sulle rovine di un antico nuraghe - e il fatto che la costa sia stata sovente preda di pirati barbareschi.
 

L'ambiente naturale


Gli scenari sommersi sono caratterizzati da rocce granitiche che formano pinnacoli e bastioni, avvallamenti, spaccature e tafoni, sovente colorati dal giallo delle margherite di mare o dal rosso delle gorgonie. Nei pressi dei Variglioni dell'Isola dei Cavoli è normale incontrare branchi di barracuda mediterranei e seguirli nei loro pattugliamenti in cerca di cibo, grazie anche alla notevole trasparenza dell'acqua. Nei pressi della Secca di Cala Caterina si può scendere ad ammirare uno spettacolo sommerso fatto di grosse frane granitiche, abitate da una tranquilla popolazione di cernie e orate di grandi dimensioni.



 

Variglioni dell'Isola dei Cavoli 

 

La fauna


All'interno dell'Area Marina sono presenti le specie ittiche tipiche dei mari della Sardegna, tanto dei fondali rocciosi, predominanti nell'area, quanto di quelli più sabbiosi: polpi, gamberi, saraghi, triglie, dentici, ricciole, capponi, murene, aragoste, cefali, orate, corvine.

Si scoprono anche delle curiose eccezioni: recentemente, a causa di un sensibile innalzamento della tem-peratura delle acque, alcune specie tropicali hanno trovato casa in una secca antistante la spiaggia di Simius, ben accolti e coccolati dal personale dell'area marina e dai turisti. Segnaliamo anche la presenza del più grande mollusco bivalve del Mediterraneo: la Pinna Nobilis.



 

Delfini Tursiopi


Tra i mammiferi, oltre alla frequente presenza dei Delfini Tursiopi, qualche anno fa è stato avvistato un esemplare della rarissima foca monaca. La loro presenza è una conferma ulteriore di acque incontaminate e di un habitat specifico che molte specie scelgono per la riproduzione, la crescita, il nutrimento. Per quanto riguarda la fauna terrestre segnaliamo, soprattutto nel contesto dello Stagno di Notteri e negli anfratti dell'Isola dei Cavoli, la presenza di specie volatili come il Falco Pellegrino, il Marangone dal Ciuffo, la Magnanina Sarda, l'Averla Piccola, il Calandro e la Calandrella, la Sterna e il Fenicottero Rosa.

 

La flora


Sono 136 le varietà vegetali spontanee presenti nell'Area Marina Protetta.

Degno di particolare interesse è il dracunculus, una pianta necrofora che si riproduce nell'Isola dei Cavoli. Tipici dell'area costiera sono la macchia mediterranea - con le sue piante adatte ad affrontare le stagioni secche e asciutte - il ginepro coccolone, il pistacchio e il mirto.
 


 

Dracunculus dell'isola dei Cavoli


Per la flora sottomarina, invece, l'Isola di Serpentara, la Secca dei Berni e la secca di Cala Caterina costituiscono l'ambiente ideale per rigogliose praterie di Posidonia, importantissima per la riossigenazione delle acque.

 

CEAS - Centro Visite "Laboratorio del Mare"

 

COORDINATE
VILLASIMIUS
39°07',42 N 09°30',44 E

PER CONTATTARE IL PORTO
VHF canale 09
E-mail: info@marinavillasimius.it
Telefono: 070-7978006

 

Titolo del:

Tags

Sardegna, Villasimius, Carbonara,
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Isola Gallinara (SV)

L'isola Gallinara è un isolotto situato nei pressi della costa ligure, nella...

Albenga (SV) - La ''CittÓ delle cento torri''

Albenga è un comune della provincia di Savona in Liguria. Albenga ha l'appel...

Orosei (NU) - Non solo mare...

Orosei è un comune della provincia di Nuoro, in Sardegna. Si trova nell'anti...

Isola Lachea - I. Ciclopi (CT)

L'isola Lachea è la maggiore delle isole che compongono l'arcipelago dei...

Isola Bella - Taormina (ME)

L'isola Bella è un'isola sita nel mar Ionio, in Sicilia. Amministrativam...
Turismo e ormeggi
Isola Gallinara (SV)
L'isola Gallinara è un isolotto situato nei pressi della costa ligure, nella Riviera di Ponente, di fronte al Comune di Albenga a cui appartiene.   L'isola dista 1,5 km dalla costa, dalla quale è separata da un c
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 23/10/2019 07:00

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI