San Benedetto del Tronto (AP) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi / San Benedetto del Tronto (AP)
San Benedetto del Tronto (AP)

San Benedetto del Tronto (AP)

Nato intorno agli anni ’30Il lungomare di San Benedetto del Tronto è uno dei  luoghi più caratteristici delle Marche. 

 

La città è infatti il principale polo turistico della regione; insignita dal 1999 con la bandiera blu essa attrae  ogni anno un elevato numero di visitatori provenienti da tutta l’Europa.
 


 

San Benedetto del Tronto - Lungomare anni 50


Nel 1931 su progetto dell'ingegner Luigi Onorati fu realizzato il lungomare che ancor oggi, oltre ad essere una via di comunicazione essenziale, è il centro pulsante della San Benedetto turistica ed è anche divenuto il luogo col quale si identifica l'immagine cittadina, in Italia e anche all'estero.

 

Considerato spropositato all'epoca della costruzione, ha una sede stradale larga complessivamente 30 metri e parte dalla famosa e suggestiva rotonda Giorgini (la rotonda), al termine del centralissimo viale Secondo Moretti, e, nella sua parte più settentrionale, per il ritiro del mare conseguente al continuo ingrandimento del porto, risulta molto arretrato rispetto alla riva del mare.



 

San Benedetto del Tronto - Rotonda Giorgini


Il lungomare è il punto di ritrovo di tutta la  popolazione. La strada è  costeggiata lungo tutta la sua estensione da palme, pini marittimi e dalle più svariate piante esotiche che rendono l’intero viale davvero suggestivo e affascinante. Col tempo sono stati poi costruiti campi da gioco per bambini,  campi da tennis e una lunga pista ciclabile.


La peculiarità di questo lungomare è però la presenza di dieci affascinanti  giardini tematici dislocati lungo tutto il lungomare. I giardini sono  impreziositi da particolari piante esotiche, laghetti, giochi d’acqua e di luci e punti di sosta e ristoro dai quali godere a pieno la bellezza di questi  luoghi.

 

Ogni giardino possiede la sua peculiarità e merita di essere visitato;  i loro nomi sembrano già evocare le suggestive atmosfere che offrono: Il Giardino multisensoriale, il Giardino di Campagna, il Giardino dei Bambini, il Giardino della Salute, il Giardino degli Agrumi, il Giardino Mediterraneo, il Giardino delle Palme, i Giardini Arido e Umido ed infine il Giardino delle Rose.
 


San Benedetto del Tronto - Lungomare


San Benedetto del Tronto offre un paesaggio decisamente esotico, più di 7.000 palme, intervallate da oleandri, fanno di questa città una realtà unica in Europa, qui la natura è stata particolarmente benevola e la mano dell'uomo ha sapientemente completato l'opera, questa riviera vanta tredici varietà di palme, tra le quali il "Mastodonte arboreo" con una circonferenza di 4,74 metri alla base, la palma più grande del mondo.

 

Percorrendo i 5 km. del lungomare, uno dei più belli e suggestivi d'Italia, si comprende a pieno perché questo luogo viene definito da sempre "La Riviera delle Palme".
 


 

San Benedetto del Tronto - Lungomare e giardini esotici

 

Turismo
 

La città oggi conta circa 50.000 abitanti e dà  subito la sensazione di una località aperta,  dinamica e sicura di se, ha uno dei più importanti porti pescherecci d'Italia.

 

E' ricca di impianti sportivi quali tennis, pattinaggio, hockey, calcio ed altro ancora, un porto turistico con circolo nautico, un palasport, bocciodromi, piscine, una pista per atletica leggera, una ricettività alberghiera diversificata e da tempo ben collaudata, un moderno palazzo dei congressi, numerose sono le occasioni di svago sulla costa e tanti possibili itinerari nell'entroterra Piceno.
 


Il magnifico lungomare di San Benedetto del Tronto è davvero il fiore all’occhiello di tutta la regione.

 

Cucina

 

Il piatto tipico di San Benedetto del Tronto è il brodetto alla sambenedettese (lu vrudètte) una zuppa di pesce, senza pomodoro (al limite con pomodoro verde) e con l'aggiunta di peperoni e aceto, unica nel suo genere.

 

Questa pietanza esiste "da quando esistono i pescatori a San Benedetto", ed ha costituito per secoli il principale elemento del pasto dei marittimi.
 


 

Brodetto alla sanbenedettese - Da www.nostrano.info

 

Ha un'origine antica e prettamente popolare derivata dall'abitudine della gente di mare, di cucinare direttamente a bordo, quella parte del pescato non destinabile alla vendita, sia per la qualità (poco richiesta), sia per la taglia troppo piccola e sia infine per l'insufficienza quantitativa; da tale mescolanza di pesci, buoni seppur non di grandi dimensioni, ecco nascere il brodetto.

 

Non esiste una ricetta codificata del brodetto, vi sono molte variazioni sul tema. C'è il brodetto di barca (preparato ancora dai marinai appunto a bordo) fatto con i pesci che sono a disposizione ed un brodetto, che sopravvive in alcune famiglie, più rigoroso nella ricerca di specie di pesci appropriati. C'è un brodetto di ristorante che ha inserito scampi o panocchie, vongole o cozze, assolutamente introvabili nelle ricette più tradizionali

 

Il porto

 

Il porto di San Benedetto del Tronto è un'infrastruttura dedicata alla pesca commerciale, all'approdo turistico e al diporto nautico.
 


 

San Benedetto del Tronto - Il porto


Importante centro di pesca è formato dal Molo Nord interamente banchinato e dal Molo Sud a tre bracci. Tra la radice del molo nord e lo scalo d'alaggio si trova la Banchina del Mercato del Pesce, mentre tra lo scalo d'alaggio e la radice del molo sud si estende una Banchina di Riva. A sud dello scalo d'alaggio è stata realizzata la nuova Darsena Turistica con pontili nel suo interno. Due sono le banchine destinate alla pesca, lunghe 80 e 1100 m ed illuminate da torri faro.
 

L'imboccatura del porto è rivolta a nord. Possiede circa 380 posti barca, le imbarcazioni devono avere una lunghezza massima di 25 metri. Il porto ospita una cospicua flotta di pescherecci ed è il secondo porto per importanza delle Marche dopo Ancona ed il primo come porto peschereccio.

 

COORDINATE

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
42°57',56 N 13°53',69 E

PER CONTATTARE IL PORTO
VHF canale 16
CB canale 07
E-mail: sanbenedettodeltronto@guardiacostiera.it
Telefono:  0735-586711

 

Titolo del:

Tags

Marche, Ascoli Piceno, ingegner Luigi Onorati, rotonda Giorgini, Secondo Moretti, la palma più grande del mondo
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Isola di San Giuliano (VE)

San Giuliano è un'isola della Laguna Veneta di proprietà demania...

Isola di San Pietro e Carloforte - Sulcis (CI)

L'isola di San Pietro si trova di fronte alle coste del Sulcis Iglesiente, nel sud ...

Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre (OR)

Splendide coste, oasi e zone umide

Il profilo che delimita l'Area marina protetta Penisola del Sin...

Trieste. Una città tra il Carso e il mare

Trieste è un comune capoluogo dell'omonima provincia e della regione Friuli-...

La riserva marina di Miramare (TS)

La Riserva Marina di Miramare istituita nel 1986 con decreto del Ministero dell'Amb...
Turismo e ormeggi
Isola di San Giuliano (VE)
San Giuliano è un'isola della Laguna Veneta di proprietà demaniale.   Si presenta come uno stretto lembo di terra che emerge alla sinistra del ponte della Libertà andando verso Venezia.   Ogg
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 14/10/2019 06:30

© COPYRIGHT 2011-2019 - NAUTICA REPORT - REG. TRIBUNALE DI ROMA N.314 - 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008 - REA: RM - 1372808



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI