Marina di Carrara (MS) - Turismo e ormeggi - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Isole di Razzoli e Santa Maria - La Maddalena (OT)
Le isole di Razzoli e Santa Maria appartengono all'arcipelago di La Maddalena all'estremo nord della Sardegna presso le bocche di Bonifacio.   Costituiscono, assieme alle altre isole, il Parco nazionale Arcipelago di La Maddal
Fonte: Wikipedia, lamaddalenapark.it e Nautica Report
Titolo del: 20/10/2018 07:40
Turismo e ormeggi / Marina di Carrara (MS)
Marina di Carrara (MS)

Marina di Carrara (MS)

Marina di Carrara, frazione del comune di Carrara in Toscana, è una località balneare della costa apuana, nota come località di villeggiatura e per la fiera annuale Marmotec.
 


La frazione fa parte di un agglomerato urbano intervallato da pinete e parchi, che si estende senza soluzione di continuità tra il mare e il centro di Avenza.



 

Marina di Carrara - Panorama

 

Se si considera che nel 1881, quando venne censita per la prima volta come entità demografica a sé stante, Marina di Carrara contava appena 1.590 abitanti (oggi quasi 66.000), si può misurare con maggior efficacia la rapidità del suo sviluppo sia demografico che della città stessa.

Fattori fondamentali di questa crescita sono stati il traffico marittimo, il turismo, le attività cantieristiche oltre, naturalmente, ad altre forme di attività fra le quali sono da notare quelle legate al marmo (non solo in riferimento alla sua spedizione).
 


 

Piazza Menconi con la chiesa della Sacra Famiglia

 

La storia di Marina, perciò, va soprattutto identificata con quella del suo porto: ripercorrere l’una significa raccontare l’altra.

 

Storia

 
Francesco III

Marina di Carrara nacque per volontà del Duca di Modena Francesco III. I primi tentativi di costruire un sicuro scalo alla Marina di Avenza risalgono al XVIII secolo e furono compiuti dagli Estensi, che incaricarono delle rilevazioni e del progetto l'inglese ing. Aschenden, inviato direttamente dal Governo Britannico al quale Francesco III aveva chiesto finanziamenti.

Gli avversi eventi storici non permisero la realizzazione dell'opera, ma i Duchi di Modena non desistettero dal tentativo di vitalizzare il litorale carrarese nel quale essi avevano il solo sbocco al mare.


Nel 1833 il governo predispose una sommaria lottizzazione della zona litoranea ed assegnò, gratuitamente, i terreni fabbricabili. Malgrado queste «incentivazioni», però, lo sviluppo demografico ristagnava ed altrettanto avveniva per le strutture necessarie all'imbarco dei marmi: la piccola flotta estense continuava ad essere senza un porto e senza un attracco sufficientemente sicuro.


 

Marina di Carrara nei primi del 900 - Foto Alinari - Delcampe

 

Fu un inglese, l'industriale Guglielmo Walton, attivo per moltissimi anni a Carrara, che nel 1851 fece progettare e costruire la prima grande struttura pre-portuale: un lungo pontile caricatore che permetteva, finalmente, l'attracco abbastanza agevole delle navi. 

 

L'intensificazione dei traffici favorì, naturalmente, anche lo sviluppo demografico: un segno delle nuove esigenze legate a questo aspetto della realtà fu la costruzione di una grande chiesa parrocchiale, iniziata nel 1857 ed ultimata molti anni dopo.



 

Marina di Carrara - Villa Ceci

 

Turismo

 

Da ponente a levante, tra la zona portuale e il confine con la Liguria, il paese dispone di un'ampia spiaggia sabbiosa attrezzata con ombrelloni e cabine, che per la maggior parte dell'estensione è gestita da stabilimenti balneari privati.

 

Il tessuto urbano è intervallato da ampie pinete, tipiche delle città costiere della Versilia, ed il Comune di Carrara ha un progetto molto ambizioso per rendere parco la zona di Villa Ceci, un'antica residenza di fine ottocento, immersa in un'estesa area verde.
 



 

Marina di Carrara - La spiaggia

 

Dal punto di vista industriale da segnalare sono i Nuovi Cantieri Apuania, che da svariati anni si sono specializzati nella costruzione di cruise ferry, raggiungendo livelli di eccellenza.

 

Di notevole interesse dal punto di vista turistico è il Club Nautico, che nel tempo ha sfornato delle importanti personalità della vela: da Luca Santella ai fratelli Chieffi a Paolo Bottari. È un punto di approdo facilmente raggiungibile ed attrezzato. Rilevanti anche alcune costruzioni del XX secolo, come Villa Giampaoli ed il Condominio di via Venezia.
 


 

Marina di Carrara - Regata

 

Marina di Carrara si trova un imponente complesso fieristico in grado di ospitare mostre e rassegne di ogni genere, compresa la September Fest.

 

Cucina

 

La gastronomia: uno dei punti di forza del territorio. Scopri la qualità e la quantità dei prodotti tipici locali: dai raffinati piatti di pesce fresco alle ricette semplici e gustose della Lunigiana.

 

Unico e inimitabile, su tutto svetta il Lardo di Colonnata, salume unico e inimitabile per la sua particolare salatura e stagionatura in conche di marmo.
 


 

Il Lardo di Colonnata

 

Il Panigaccio di Podenzana, cibo antichissimo della tradizione locale, cotto in testelli di terracotta arroventati sul fuoco di legna e le Lasagne bastarde, suprema delizia che mescola farine di grano e castagna, condita con olio d’oliva e parmigiano o con un delicato sugo di porri. I sapori della Lunigiana

 

Il porto

 

Il porto di Carrara è costituito da un bacino di acque sicure ricavato da due frangiflutti lunghi rispettivamente 610 mt (est) e 1067 mt (ovest).Vi sono quattro banchine con acqua potabile attrezzate per movimentare ogni tipo di merce.

 

E’  il principale centro mondiale intermodale per l'import e l'export di pietre naturali quali i graniti, i marmi ecc. ed è direttamente collegato agli importanti caselli autostradali di Carrara (2 km) e Massa (6 km).



 

Marina di Carrara - Il porto commerciale

 

Inoltre esso è costituito da un bacino di acque sicure ricavato da due frangiflutti lunghi rispettivamente di 610 mt (est) e di 1067 mt (ovest).Vi sono quattro banchine con acqua potabile attrezzate per movimentare ogni tipo di merce secca inclusi i containers. Da qui, nel giro di pochi minuti, si può raggiungere l'autostrada che collega (A1, A21, A4, A22).

 

Questa favorevole posizione geografica fa del porto di Marina di Carrara un porto inserito perfettamente nel T.E.N. (TRANS EUROPEAN NETWORK) ed il naturale sbocco di molte produzioni provenienti e dirette non solo in Italia ma anche nell'Europa orientale e centrale.

 

 

Per il diporto:

 

Club Nautico Marina di Carrara con 300 metri lineari di pontili per ormeggio di unità da diporto.
 


 

Club Nautico Marina di Carrara

 

COORDINATE
MARINA DI CARRARA
44°01',69 N 10°02',67 E

PER CONTATTARE IL PORTO
VHF canale 16
E-mail: marinadicarrara@guardiacostiera.it
Telefono: 0585-6467

SERVIZI PUBBLICI, NAUTICI E TURISTICI
CARRARA (MS)

 


Fonte: Nautica Report
Titolo del:

Tags

Toscana, Marmotec, Avenza, Duca di Modena Francesco II, IEstensi, ing. Aschenden, Guglielmo Walton, Club Nautico
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Isole di Razzoli e Santa Maria - La Maddalena (OT)

Le isole di Razzoli e Santa Maria appartengono all'arcipelago di La Maddalena all&#...

Isola di Levanzo - I. Egadi (TP)

Levanzo è un'isola appartenente all'arcipelago delle isole Egadi, in Sic...

Isola di Favignana - I. Egadi (TP)

Favignana è un'isola appartenente all'arcipelago delle isole Egadi, in S...

Isola della Madonna del Monte (VE) - Un'altro abbandono

L'isola della Madonna del Monte (5.365 m², di cui 870 edificati) si trova nell...

Agropoli (SA) - Porta del Cilento

Agropoli è un comune della provincia di Salerno, in Campania.   Imp...

© COPYRIGHT 2011-2018 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI