Tecniche di ormeggio - Tecnica e manutenzione - NAUTICA REPORT
Tecnica e manutenzione / Tecniche di ormeggio
Tecniche di ormeggio

Tecniche di ormeggio

di Giuseppe Accardi

Ancor prima di prendere il mare, che sia una barca a vela o a motore, dovremmo essere sicuri della nostra capacità di manovrare per uscire o rientrare con maestria nel nostro posto di ormeggio, senza creare danno alla altre barche e tanto meno a coloro che ci assisteranno in manovra.

 

Passare una mattinata in un qualsiasi marina ad osservare le evoluzioni delle barche che entrano ed escono, ci farà presto comprendere che avere padronanza delle manovre di ormeggio non è da tutti, quanto sia facile fare danni e quanto si è esposti ai commenti e alle critiche di tutti.

 

Quanto segue vuole essere un addendum correttivo ad alcuni stravaganti articoli che appaiono sul Web, quindi uno spunto sul quale confrontarsi.

 

RICORDATI:

 

1) In fase di manovra si deve sempre mantenere il motore ai regimi minimi necessari.

 

2) Mai dare grandi smotorate, che si rilevano essere solo pericolose. Se sei veloce farai solo maggiori danni.

 

3) Se sei in un marina, non avere impaccio a chiedere l’assistenza di un gommone o di un ormeggiatore, sarà certamente più intelligente che rischiare di fare dei danni.

 

4) Nessuno mai potrà permettersi di criticarti se avrai agito in sicurezza.

 

Una prima fase  è quella della preparazione alla manovra, che può essere fatta senza ancora lasciare la banchina e consiste in:

  • Avere padronanza dei i principali nodi d’ormeggio.
  • Saper addugliare e lanciare le cime con successo.
  • Conoscere l’effetto evolutivo dell’elica della propria imbarcazione.
  • Osservare e valutare direzione e intensità del vento.
  • Comprendere come la barca si muove in relazione alle forze che interagiscono:  Motore, Timone e Vento.
  • Funzione ed utilizzo degli spring.
  • Pianificare la manovra valutando attentamente lo scenario.
  • Istruzione e valutazione di ciascun membro di equipaggio ed assegnazione dei compiti.

Queste sono alcune delle valutazioni e cognizioni elementari, necessarie alla buona riuscita della manovra.

 

Ho reputato utile realizzare questi tutorial sulle tecniche di ormeggio, a seguito delle tante richiesta di chiarimenti che mi sono state fatte.

 

Desidero ricordare che non c’è mai una regola matematica rigida a cui riferirsi.

 

Ogni situazione ha sempre variabili diverse ed il buon marinaio dovrà essere in grado di valutarle nella loro complessità e progettare fin dall’inizio la manovra più adatta.

 

Quanto segue vuole quindi fornire gli elementi di base fondamentali, lasciando a ciascuno la migliore interpretazione, in relazione alle condizioni meteo, le dimensioni del mezzo e le sue prestazioni evolutive, l’equipaggio e, in primis, la propria esperienza.

 

Il primo Tutorial illustra come lasciare il posto barca, quando si è ormeggiati di poppa, in un marina in cui le banchine sono molto vicine frà loro lasciando poco spazio alla manovra che, se il vento spira lateralmente, può essere alquanto impegnativa...
 

 

Nel secondo Tutorial la prima parte mostra la tecnica consigliata per disormeggiare ed ormeggiare a Murata  in un fiume, in presenza di corrente.

 

Nella seconda parte la tecnica di disormeggio consigliata per uscire da un ormeggio a Murata, con il vento che ci spinge in banchina, senza utilizzare il mezzomarinaio, mani, piedi o l’elica di prua

 

 

Universo Mare

Associazione per la Nautica

Giuseppe Accardi 

Mob. 392-3344258

info@universomare.it

www.universomare.it

 

In copertina Foto di M. Maggs da Pixabay 

Titolo del:
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Un nuovo travel lift per ESAOM CESA

È una delle macchine più grandi e innovative per alaggio e varo del Medit...

Naval Tecnosud Boat Stand presenta 2 prodotti in 1: Cabina fissa + Rack

Naval Tecnosud Boat Stand, azienda leader nelle forniture per cantieri navali, nella co...

Naval Tecno Sud Boat Stand lancia una nuova coppia di cavalletti per barche a vela

Naval Tecnosud Boat Stand, azienda leader nelle forniture per cantieri navali, ha reali...

Giuseppe Accardi domani su Radio Roma Capitale con un focus sulla manutenzione del motore

Mercoledì 18 ore 13,00 su Radio Roma Capitale FM 93,0 MHz una breve intervista s...

Naval Tecno Sud Boat Stand alla prima edizione di Olbia Boat Show

Anche la Fiera Nautica di Sardegna è stata occasione di partecipazione per la Na...
Turismo e ormeggi
Area Marina Protetta Isole Ciclopi (CT). Un piccolo paradiso naturalistico
Siituata in un incantevole proscenio naturale rappresentato da un mare cristallino sormontato dal maestoso profilo dell'Etna, l'Amp Isole Ciclopi prende il nome dal piccolo arcipelago composto dall'Isola Lachea e dai Faraglioni che pre
Fonte: parks.it esplorasicilia.com e Nautica report
Titolo del: 16/08/2022 07:20

© Copyright 2011-2022 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI Privacy Policy Cookie Policy