BABE 30, una chicca "classica" con un segreto da svelare - Barche a vela - NAUTICA REPORT
Barche a vela / BABE 30, una chicca "classica" con un segreto da svelare
BABE 30, una chicca

BABE 30, una chicca "classica" con un segreto da svelare

Un vero gioiello della serie "Classico rivisitato" questo nuovo modello lungo 9 metri appena varato negli Stati Uniti. E' una chicca che si ispira ad un progetto che Olin Stephens, del famoso studio Sparkman&Stephens ("quelli" dei mitici JClass, Coppa America ecc. per intenderci), amava molto e riadattato in chiave moderna.

 

La barca nasce da un disegno del '35, ed è uno sloop in vetroresina poliestere con un segreto: sopra mantiene le line belle e classiche dei primi del Novecento, sotto ha una chiglia con timone, bulbo e carena ultima generazione. Come dire: sotto il vecchio vestito è tutto nuovo!
 



COME NASCE

 

Babe 30 è stato uno dei disegni più amati dal grande progettista Olin Stephens (morto nel 2008). Il modello originale è del 1935 e venne costruito per Sir Mathenson, commodoro della marina americana e grande appassionato di vela, che partecipò con successo alla regata Miami-Bermuda. Questa barca si dimostrò subito affidabile e vincente grazie soprattutto ad una chiglia lunga con una forte percentuale di piombo che gli permetteva di aver un piano velico generoso per l'epoca, così da rendere anche con venti leggeri.

 

Ma erano, come in tutti i progetti di Stephens, l'eleganza delle linee, con un caratteristico breve slancio di poppa inusuale per l'epoca, a rendere Babe 30 un raro esempio di estetica "senza tempo". La sua forza risiedeva soprattutto nella semplicità, accessibilità e facilità di navigazione, tutti obiettivi di progettazione alla base delle barche di Stephens.



IL SEGRETO

 

Grazie a queste linee questo modello torna a splendere, rivisitato in chiave moderna che ne ha migliorato ancor di più la conduzione in mare.

 

Lo studio S&S ha in pratica unito le bellissime linee classiche del vecchio Babe, alla tecnologia dei materiali moderni e ad un nuovo design dell'opera viva (carena piatta, bulbo con siluro e timone separato).
 


 

Ed è proprio questo il suo segreto ed il suo punto di forza: il connubio del bello e del pratico, grazie a linee d'acqua ultima generazione che la rendono più veloce rispetto alle vecchie "chiglie lunghe" di una volta, quelle a dei JClass per intenderci. Mentre l'opera morta mantiene tutto il fascino retrò dell'epoca.

 

GLI INTERNI

 

Sottocoperta la dinette è elegante e spaziosa, con la possibilità di accogliere fino a quattro persone in comode cuccette/divani. Ideale quindi per un weekend, per la crociera ma anche solo per uscite giornaliere.
 


 

Gli interni sono ben rifiniti, luminosi e comodi con quattro posti letto e con una piccola zona cucina ben studiata per offrire tutti i comfort possibili anche in navigazioni più lunghe.


Caratteristiche

Lunghezza fuori tutto 

Larghezza

Pescaggio 

Serbatoio acqua 

Serbatoio carburante 

Sup. Velica 

Materiale scafo

prezzo indicativo 

9,80 m

2,90 m

1,9 m

45 l

49 l

42 mq

Poliestere

120.000 euro


SPARKMAN & STEPHENS


Quando si dice il destino. Proprio così, pensate che il mondo dello yachting è cambiato grazie a una lettera spedita a una rivista nautica americana negli Anni '20. Il mittente di quella busta, contenente il disegno di uno scafo, era il ventenne Olin Stephens, e la rivista si chiamava Yachting

 

Lo yachting ringrazia Mr Olin Stephens
 

Olin Stephens in basso al centro nel 1935

 

Il progetto abbozzato, un daysailer, venne subito pubblicato, e colpì l'attento ed esperto occhio di Drake Sparkman, uno dei broker americani più famosi dell'epoca. Il giovane Olin fu subito contattato e coinvolto nello studio che a breve divenne Sparkman&Stephens. La storia dello yachting moderno ha inizio così.



Il mitico Olin è stato il più grande innovatore nel mondo della progettazione nautica. I suoi yacht sono ancora punto di riferimento e continuano a essere "osannati".

 

Tratto dall'articolo del Giornale della Vela dell'ottobre 2012

 

Sparkman & Stephens 30
 

 

Titolo del:

Tags

Olin Stephens, Sparkman&Stephens, Yachting, Drake Sparkman
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Nautorís Swan vara il primo ClubSwan 80 costruito da Persico Marine

Nautor’s Swan arricchisce la flotta ClubSwan con il nuovo Clu...

Philippe Briand on Jeanneau Yachts 65: a safe bet for sail

- The new Jeanneau Yachts 65 is the flagship of French yard production   ...

Il primo volo del nuovo, atteso FlyingNikka

Valencia, 13 maggio - Il primo volo di FlyingNikka è una data da segnare sul cal...

Il monotipo Fly40 di Persico Marine firmato Pininfarina entra in produzione

L’attesa terminerà la prossima settimana: è fissato infatti per gio...

Il nuovo supersailer full custom Wally emerge dallo stampo

- Lo splendido scafo del nuovo cruiser-racer Wally101 è stato tolto dallo stampo...
Turismo e ormeggi
Marina di Santa Maria Navarrese, l'approdo nella bellezza della costa di Baunei
La porta per l'incanto, la via di accesso per un paradiso terrestre unico, lastricato da oltre 40 chilometri di costa senza strade, senza un grammo di cemento, senza il fastidio dei colori artificiali. Solo natura, solo il bianco del calcare e
Fonte: Nautica Report
Titolo del: 04/07/2022 08:00

© Copyright 2011-2022 - Nautica Report - Reg. Tribunale di Roma n.314 - 27-12-2013 - Editore Carlo Alessandrelli - Un marchio Wave Promotion srls - P.Iva: 12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - MEDIA KIT - LAVORA CON NOI