Royal Danish Yacht Club, vanto di Danimarca - Yacht Club Storici - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Cagliari, Città di Mare
Cagliari è un comune capoluogo dell'omonima provincia e della regione Sardegna.

La città di Cagliari è sede universitaria e arcivescovile. Città dalla storia plurimillenaria, è il c
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 22/07/2017 08:00
Yacht Club Storici / Royal Danish Yacht Club, vanto di Danimarca
Royal Danish Yacht Club, vanto di Danimarca

Royal Danish Yacht Club, vanto di Danimarca

Di M.C.

Il Royal Danish Yacht Club (RDYC) fu fondato il 3 luglio 1866, dopo una regata a Nyborg (Fionia), e fu originariamente chiamato l'Associazione danese per la nautica da diporto (Dansk Forening per Lystsejlads). Da allora, il Club ha lavorato per promuovere la vela in Danimarca e per sostenere i suoi membri nel loro sport preferito.

 

Il Club aumentò rapidamente il numero delle adesioni e quando celebrò il suo 25° anno giubilare nel 1891, contava 900 membri e nel 1920 1.700, in seguito il club registrò una forte diminuzione nel dopoguerra. Nel periodo 1930-1958, il numero dei membri rimase stabile intorno al 1000 membri; poi il numero aumentò di nuovo fino a quando non raggiunse il picco, nel 1983 con circa 2.700 soci. Oggi RDYC ha circa 2.200 membri di cui molti vivono nelle province e all'estero.
 


 

La Club House

 

In connessione con il primo giubileo nel 1891, il re Cristiano IX concesse al Club il permesso di usare il nome Kongelig Dansk Yachtklub (Royal Danish Yacht Club). In origine il suo guidone era bianco con 3 stelle rosse; ma nel 1891 è stata introdotta la corona reale superiore a 3 stelle gialle ancora in vigore. 

 

La prima club house fu costruita nel 1884 a Rivellino di Pinneberg a Langelinie affacciata sul lungomare di Copenaghen. Per i primi 15 anni, il Club affittò la casa da De Forenede Bryggerier (la United Breweries di Danimarca), successivamente sostituita, nel 1903, da un nuovo padiglione in legno da Fritz Koch ed è rimasto lì fino al 1944. quando fu fatto saltare in aria dai nazisti, in risposta dei sabotaggi e degli attacchi della Resistenza danese.
 


 

Il guidone del Club

 

Fortunatamente, il Club aveva già trovato una nuova sede nel 1942 al Skovshoved Harbour e molte delle sue attività avevano psoseguito lì, mentre la Segreteria aveva diversi indirizzi nel centro di Copenaghen. Soprattutto lo Junior Club, fondato nel 1929, beneficiò del trasferimento al comune di Gentofte dato che il traffico nel porto di Copenaghen era diventato troppo pesante e pericoloso per le barche junior e per altre imbarcazioni ancorate davanti alla Langelinie Pavillonen.

 

Quando il padiglione fu fatto saltare in aria, le regate nella zona del porto cessarono. Lo Junior Club fu il primo club giovanile organizzato e ancora una volta, nel 1942, il Club era avanti ai tempi con l'iniziativa di ammettere come junior le ragazze.
 


 

Copenaghen - The Royal Danish Yacht Club

 

Durante la seconda guerra mondiale, non vi furono attività di vela a Langelinie, ma il Club mantenne la Segreteria a questo indirizzo; adesso in Eva & Nils Koppel Langelinie Pavillon inaugurato nel 1958.

 

La vela ebbe uno sviluppo esplosivo dalla metà del 20° secolo. Dal 1960-1985, il numero di skipper, membri della Danish Sailing Association grazie alla loro appartenenza a uno yacht club, aumentò da 17.700 a 60.500 e naturalmente anche il numero delle imbarcazioni da diporto. Per stare al passo con lo sviluppo e alla alla mancanza di spazio nella zona di Copenaghen, RDYC dovette espandersi costruendo, in collaborazione con Rungsted Kyst Yacht Club, i locali a Rungsted Habour, costruiti attraverso il sostegno finanziario da parte del Comune di Hørsholm.
 


 

Copenaghen - The Royal Danish Yacht Club

 

Il Club così ebbe di proprietà le proprie sedi a Rungsted finanziate in parte dalle quote associative e in parte da sovvenzioni da vari fondi e istituzioni e per la prima volta RDYC ebbe la possibilità di aprire un conto in banca in buona salute. Attraverso il conseguente ammortamento, la clubhouse a Rungsted libera da debiti pose le basi di una finanza ben consolidata. ben consolidata.

 

I tempi cambiano ed anche le volontà dei membri e degli skipper. Corsi olimpici, gare handicap e gare off-shore sono apprezzati, ma l'interesse è più orientato alle attività rivolte alla famiglia, KDY si adatta alla domanda e offre una vasta gamma di attività non tralasciando quelle speciali, come ad esempio l'organizzazione e la partecipazione della Danimarca alla Admiral’s Cup 1987, 1989 e nel 1991 e di assistenza in gara alla Cutty Sark Tall Ships’ Race.
 


 

Il porto di Tuborg

 

Nel 1994, il Club ha acquistato due SSA (Scandinavian Sailing Association) match racers che sono diventati estremamente popolari e sono ora di proprietà del KDY / SKS Match Centre Race che è gestito in collaborazione con lo Skovshoved Yacht Club. Nel 1997, il Centro ha acquistato altri due match racers per un totale di sei (tre per ogni club) e questi corridori sono stati la base per il successo nel Campionato del Mondo di Match Race tenutosi nel 1999. Il Centro è molto attivo e organizza numerose regate; ia Grade One One Regatta ogni anno con gli skipper classificati tra i migliori del mondo in graduatoria. Nel 2005 RDYC ha concordato con Skovshoved Yacht Club di rilevare le loro quote del Match Race Center mentre lo Skovshoved Yacht Club ha voluto perseguire altre direzioni strategiche all'interno del settore vela. Di conseguenza RDYC ha cambiato il nome in Royal Match Race Center.

 

RDYC quando, nel 1993, il Club ha ereditato il Rolf & Wanda Danckert Mindefond (memorial fund) ha visto nuove prospettive e con l'ulteriore sostegno da J.C. Hempel's Fond, ha comprato un nuovo Yngling.
 


 

Royal Danish Yacht Club,CPH MAY DAYS

 

Nell'autunno del 2000, Rungsted Kyst Yacht Club e RDYC, dopo essere stati vicini di casa per tanti anni a Rungsted  e avendo collaborato in importanti regate internazionali, hanno raggiunto la fusione. In questo modo, il Club ha molti membri impegnati e più aree di attività: gare di club (una delle attività più popolari del paese), la divisione optimist, dinghy e junior activities, e per ultimo, ma non meno importante, una delle migliori scuole di vela del Paese.

 

Il prossimo grande passo nello sviluppo del RDYC si è verificato quando Sua Maestà la Regina di Danimarca Margrethe II ha inaugurato la nuova Club House in Tuborg Harbor il 12 giugno 2007. La nuova clubhouse è costruita in nel nuovo porto turistico di Tuborg, partecipato anche da RDYC. La zona era fino a pochi anni fa, la sede della famosa fabbrica di birra.

 

RDYC è ora operativo in tre porti turistici per assistere oltre 2200 soci e offre l'intera gamma di attività di vela per tutte le età e tutti gli interessi.

 

www.kdy.dk

 

M.C.

 

Fonte: icoyc.org e Nautica Report
Titolo del:

Tags

yacht club storici, yacht club danese, yacht club di danimarca
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

San Diego Yacht Club

Il San Diego Yacht Club è uno dei più famosi yacht club statunitensi. ...

Diporto Velico Veneziano - Date Vela Ventis

La storia del DVV inizia nel marzo del 1950, quando un gruppo di appassionati della vel...

Royal Cape Yacht Club, un pò italiano

Il Royal Cape Yacht Club è uno Yacht Club sudafricano fondat...

Royal Ulster Yacht Club, il ''Rifugio'' di Thomas Lipton

Il Royal Ulster Yacht Club si trova a Bangor, County Down, Irlanda del N...

Golden Gate Yacht Club

Il Golden Gate Yacht Club (GGYC) è uno yacht club americano, fondato nel 1939. ...

© COPYRIGHT 2011-2017 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



iubenda

HOME - REDAZIONE - PUBBLICITA' - LAVORA CON NOI