L'Andrea Gail, "La Tempesta Perfetta" - Report - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Ginosa e Marina di Ginosa (TA)
Ginosa è un comune della provincia di Taranto in Puglia, si erge sul primo gradino delle falde meridionali della Murgia tarantina a 240 m s.l.m. già facente parte della Comunità Montana della Murgia Tarantina.
 
Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del: 25/04/2017 08:20
Report / L'Andrea Gail, "La Tempesta Perfetta"
L'Andrea Gail,

L'Andrea Gail, "La Tempesta Perfetta"

L'Andrea Gail era una nave da pesca commerciale che naufragò in mare con tutto l'equipaggio durante la "tempesta perfetta" del 1991.

 

La nave e il suo equipaggio di sei uomini erano andati a pesca nel Nord Atlantico di Gloucester, Massachusetts.
 


 

Gloucester - Massachusetts



La sua ultima posizione segnalata fu di 180 miglia (334 km) a nord est di Sable Island il 28 ottobre 1991. La storia dell'Andrea Gail e il suo equipaggio è stata la base del libro del 1997 La tempesta perfetta di Sebastian Junger, e di un film del 2000 .

 

L' Andrea Gail era un 72 piedi (22 m) nave  da pesca commerciale costruita in Panama City, in Florida nel 1978, e di proprietà di Robert Brown. Il suo porto era Marblehead, Massachusetts. Navigò fino a Gloucester, Massachusetts , dove sbarcò il pescato e ricaricò cibo, carburante, e scorte per la sua successiva missione. 



 

L'Andrea Gail

 

L' Andrea Gail iniziò il suo ultimo viaggio partendo da Gloucester Harbor, Massachusetts, il 20 settembre 1991, con destinazione Grand Banks al largo della costa di Terranova, in Canada. Dopo una pesca disastrosa, il capitano Frank W. "Billy" Tyne Jr. diresse ad est al Flemish Cap, dove credeva che avrebbe avuto miglior fortuna.

 

Nonostante le previsioni del tempo avvisassero condizioni di mare pericolose, E 'noto che il fabbricatore del ghiaccio della nave non funzionasse e quindi non fosse in grado di mantenere il pescato per molto tempo.



 

L'Andrea Gail nella tempesta

 

L'ultima trasmissione inviata dal Gail Andrea alle 18:00 del 28 ottobre 1991. Il capitano Tyne parlò via radio con Linda Greenlaw, capitano della nave sorella Anna Boden dando le sue coordinate a 44 ° 00'N 56 ° 40'W,  circa 162 miglia (261 km) a est di Sable Island. Comunicò anche un bollettino meteo che indicava 30 piedi (9,1 m) mari e raffiche di vento fino a 80  nodi (150 km / h (93 mph)).

 

Le ultime parole di Tyne dicevano "E 'cominciata, ragazzi, è lei è cominciata su forza." Junger ha riferito che la tempesta creò onde superiori a 100 ft (30 m) di altezza, ma la boa oceano monitor registrò un picco di altezza d'onda di 39 piedi (12 m), e quindi onde di 100 piedi (30 m) furono considerate " improbabili "da Science Daily. Tuttavia, i dati di una serie di boe in prossimità della sull'ultima posizione nota della nave registravano l'azione delle onde di picco superiore a 60 ft (18 m) di altezza dal 28 ottobre al 30,1991.



 

Billy Tyne - Capitano dell'Andrea Gail

 

Nessun altro messaggio fu sentito più dalla nave e nessuna altra imbarcazione fu in grado di raggiungerla.
 

Il 30 ottobre 1991, l'allarme fu segnalato in ritardo. Fu lanciato alla Ala Rescue 106 dal New York Air National Guard, United States Coast Guard ed alla Guardia Costiera canadese. La ricerca avrebbe dovuto coprire oltre 186 mila miglia nautiche quadrate (640,000 km 2 ).
 

Il 6 novembre 1991, il sistema di localizzazione (EPIRB) del Gail fu scoperto spiaggiato sulla riva del Sable Island . L'EPIRB era progettato per inviare automaticamente un segnale di soccorso in seguito al contatto con l'acqua del mare, ma il personale della Guardia Costiera canadese che trovò l'EPIRB "non verificò se l'interruttore di controllo era in posizione on o off". Le Autorità chiamate ala ricerca della nave abbandonarono l'impresa il 9 novembre 1991, a causa della bassa probabilità di sopravvivenza dell'equipaggio.



 

L'equipaggio dell'Andrea Gail

 

Fusti di carburante, il serbatoio della barca, l'EPIRB, una zattera di salvataggio vuota ed altri relitti furono gli unici reperti ritrovati. La nave affondò in mare da qualche parte lungo la piattaforma continentale nei pressi di Sable Island.

 

Tutti i sei membri dell'equipaggio perirono dispersi in mare.

 

Frank W. "Billy" Tyne, Jr. (capitano), 34 anni da Gloucester, Massachusetts
 

Michael "Bugsy" Moran, 36 anni, Florida
 

Dale R. "Murph" Murphy, all'età di 30 anni Bradenton Beach, Florida
 

Alfred Pierre, 32 anni New York, New York
 

Robert F. "Bobby" Shatford, all'età di 30 anni Gloucester, Massachusetts

 

A loro dedichiamo questo piccolo tributo...
 

 

Fonte: Wikipedia e Nautica Report
Titolo del:

Tags

Gloucester, Massachusetts, Nord Atlantico, navi da pesca, Sable Island, Robert Brown, Marblehead
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Mary Celeste: la nave fantasma

La Mary Celeste era un brigantino canadese varato in Nuova Scozia, nel 1861, con il nom...

Mauro Pelaschier, un ''Grande Marinaio'' figlio d'arte

Mauro Pelaschier nasce nel 1949 a Monfalcone da una famiglia originaria di Pola, e...

Insegnare la vela ai bambini

Il momento favorevole per insegnare ai bambini i primi elementi della vela è que...

Cinecittà: la ''Fabbrica di Sogni'' compie 80 anni

I Cinecittà Studios, noti come Cinecittà, compiono 80 anni. Il compl...

Gli eroi del Kursk. Diciassette anni dopo la grande menzogna

Il K-141 Kursk, era un sottomarino russo a propulsione nucleare della Flotta del Nord a...

© COPYRIGHT 2011-2017 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



HOME - REDAZIONE - PUBBLICITA' - LAVORA CON NOI