Nándor Fa, a 64 anni alla Vendée Globe - Report - NAUTICA REPORT
Turismo e ormeggi
Parco Naturale della Maremma (GR)
Una catena di colline impervia e selvaggia, che discende verso il mare con spiagge sabbiose e scogliere, circondata da paludi, pinete, campi coltivati e pascoli.
Il territorio del parco, delimitato dalla ferrovia Livorno-Roma, si
Fonte: parks.it e Nautica report
Titolo del: 26/03/2017 11:00
Report / Nándor Fa, a 64 anni alla Vendée Globe
Nándor Fa, a 64 anni alla Vendée Globe

Nándor Fa, a 64 anni alla Vendée Globe

Nándor Fa nato il 9 luglio 1953 a Székesfehérvár è uno skipper e navigatore ungherese.

 

Già dalla più tenera età segue la tradizione di famiglia praticando lo sport della lotta ma un infortunio lo costringe a cambiare disciplina.
 


 

Budapest, la barca di Nándor Fa, alla partenza della Vendée Globe 1996-1997 - Foto di  Eric Houdas

 

Amante dello sport scopre in sé la passione per l’acqua, prova il kayak e la vela quando aveva già 27 anni. Appassionato per le regate  Finn e Laser, integra l’equipe nazionale ungherese e comincia a disegnare imbarcazioni.

 

Mentre attraversa con un 31 piedi che ha costruito, nei pressi di Capo Horn, Nándor Fa ascolta alla radio cilena che una corsa intorno al mondo in solitario sta passando da quelle parti, la BOC Challenge. In pochi minuti, Nándor prende la decisione della vita: correrà il giro del mondo su di un 60 piedi.
 


 

Nandor Fa alla Barcelona World Race 2014-15 - Foto da Spirit of Hungary

 

Realizza il suo sogno del giro del mondo a vela in 717 giorni insieme a Gál József tra il 1985 e il 1987 sull’imbarcazione Szent Jupát che hanno costruito tra il 1981 e il 1984.

 

Tra il 1988 e il 1990, Nándor Fa costruisce un altra barca l’Alba Regia con la quale partecipa: alla BOC Challenge del 1990-1991, arrivando 10° in 165 giorni, alla Vendée Globe del 1992-1993 arrivando 5° dopo 128 giorni, 16 ore,  5 minutes e 4 secondi di gara.
 


 
 
Nándor Fa alla partenza della Vendée Globe 2016-2017 - Foto di Eric Houdas
 
Prende di nuovo parte alla Vendée Globe 1996-1997 su Budapest, una nuova barca da lui costruita, ma la chiglia danneggiata nella collisione con una nave da carico lo costringe al ritiro.
 
Arriva 4° alla Jacques Vabre Transat 1997 in 23 giorni 7 ore e 12 minuti.
 
Nel 2014, arriva 7 ° alla Barcelona World Race.
 
Nel 2015, partecipa di nuovo alla Transat Jacques Vabre, ma è costretto al ritiro.
 
Nel 2016, partecipa alla Vendée Globe a bordo di Spirit of Hungary di cui è co-architetto.

Sito ufficiale: spiritofhungary.hu
 
 
Fonte: Nautica Report
Titolo del:

Tags

navigatori ungheresi, skipper ungheresi, giro del mondo a vela, vendee globe
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

America's Cup, ''there is no second''. La storia della più bella sfida di sempre

L'America's Cup è il più famoso trofeo nello sport della vel...

Gente d'Argostoli

Di Francesca Carignani - Foto di Giovanni Rinaldi

Il primo abbraccio greco è italiano. Leonardo lo conoscono t...

Lost at sea

Di Eric Minetto

Sentii che un ritorno era impensabile... Di sera, alla luce di un l...

Barcellona. Tra Arte e Movida

Soprannominata Ciudad Condal o Ciutat Comtal (Città dei Conti), è...

Costa Azzurra: tra mare e montagna, profumi e sapori

Lungo una costa rocciosa e frastagliata le strade panoramiche dominano a strapiombo il ...

© COPYRIGHT 2011-2017 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



HOME - REDAZIONE - PUBBLICITA' - LAVORA CON NOI