Suzuki Marine, quando la classe va in acqua - Motori marini - NAUTICA REPORT
Motori marini / Suzuki Marine, quando la classe va in acqua
Suzuki Marine, quando la classe va in acqua

Suzuki Marine, quando la classe va in acqua

La spezia: 27 maggio 2015 - Test-ride del nuovo Suzuki DF200AP

Martedi 27 scorso, Nautica Report è stata invitata da Imma Moretta, Ufficio stampa Suzuki Marine, al Test-ride del nuovo motore Suzuki DF200AP nel porto Mirabello di La Spezia.

 

La giornata ideale per una uscita in mare: marina incantevole, sole, temperatura perfetta e tanta cordialità.
 


 

Imma Moretta e Salvatore Ranieri

 

L'innovazione del nuovo motore DF200AP, montato su Makò 68, Ranieri Cayman 23 e MV 770 in due versioni: nero e bianco, è quello di adottare alcuni importanti accorgimenti che lo rendono adatto su barche per le quali è prevista la motorizzazione multipla.

 

La genialità dei progettisti di Suzuki Marine nel realizzare questo motore sta nella possibilità di utilizzare lo stesso motore indifferentemente sia come destrorso che come sinistrorso, mediante la semplice sostituzione di un connettore presente sul sistema di cablaggio del motore e dell’elica. Questo sistema prende il nome di Suzuki Selective Rotation.
 


 

Suzuki DF200AP montato sul Ranieri Cayman 23

 

È dotato altresì di Suzuki Precision Control, il sistema computerizzato di gestione del cambio e del gas, grazie al quale il controllo di queste funzionalità risulta semplice, intuitivo e soprattutto preciso, oltre a essere immune ai noti problemi di natura meccanica propri dei sistemi convenzionali; inoltre, assicura una gestione particolarmente precisa del gas, fornendo in tempo reale i dati alla centralina, interagendo così con gli altri sistemi di bordo come il sistema Lean Burn.

 

Tutto questo si traduce in una gestione ottimale del motore e in un’ulteriore ottimizzazione delle prestazioni e dei consumi.
 


 

Il nuovo Suzuki DF200AP

 

In mare il nuovo Suzuki DF200AP è scattante e veloce come tutti i motori Suzuki; montato sui gommoni che abbiamo testato ha raggiunto in 20 secondi i 40 nodi a 3500 giri con un consumo di 65 litri orari. Ma, senza nulla togliere agli aspetti “corsaioli” c’è da sottolineare la gamma di tecnologie applicate a questo ed agli altri motori Suzuki che consentono una navigazione assolutamente sicura ai diportisti di tutte le categorie.

 

Nautica Report

 

Fonte: Nautica Report
Titolo del:

Tags

Suzuki Marine, motori Suzuki, Suzuki Selective Rotation, Suzuki Precision Control
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Suzuki Marine: vendite in crescita per il terzo anno consecutivo

Suzuki Marine registra, per il terzo anno consecutivo, un incremento delle vendite di m...

Motori fuoribordo: nuova campagna incentivi Yamaha

Dal 1 Febbraio fino a fine Aprile 2017 la filiale italiana di Yamaha Motor Europe avvia...

Suzuki Marine - Kit di manutenzione: indispensabili, convenienti

Prestazioni, consumi, sicurezza: come ottenere il massimo da un fuoribordo Suzuki? Con ...

Yamaha Motor affida a Sculati & Partners l'ufficio stampa e il social marketing del settore marino

Gerno di Lesmo (MB), 16 gennaio 2017

La filale italiana di Yamaha Motor Europe, marchio leader in I...

Suzuki Marine - DF40A: 800 buoni motivi in più per acquistarlo

Alle promozioni di Suzuki Marine per il 2017, si aggiunge fino al 31 marzo un contribut...

© COPYRIGHT 2011-2017 - NAUTICA REPORT - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N.314 DEL 27-12-2013 - WAVE PROMOTION SRLS - P.IVA e C.F.12411241008



HOME - REDAZIONE - PUBBLICITA' - LAVORA CON NOI